Porto turistico Otranto va smontato

I pontili del porto turistico di Otranto dovranno essere smontati ogni inverno e rimontati d'estate: lo hanno stabilito i giudici del Consiglio di Stato che, ribaltando la sentenza del Tar di Lecce, hanno accolto il ricorso del Ministero dei Beni Culturali e della Soprintendenza gettando nello sconforto il Comune di Otranto, che ha calcolato una spesa di 800mila euro l'anno per l'operazione. Il porto turistico è stato realizzato grazie ad un finanziamento regionale e comunitario. Nel febbraio 2017 il Tar aveva dato ragione al Comune contro la Soprintendenza di Lecce che aveva disposto lo smontaggio stagionale dei pontili galleggianti installati nella baia portuale, vicino all'antico Bastione dei Pelasgi, a tutela dell'integrità visiva del paesaggio. I pontili sono attrezzati con 260 posti barca. Una volta smontati e messi a terra avrebbero un ingombro pari ad un palazzo di tre piani - dice il sindaco Cariddi - e anche quest'opera non ha l'autorizzazione paesaggistica.

Altre notizie

Notizie più lette

  1. Quotidiano di Puglia
  2. Senza Colonne
  3. LeccePrima.it
  4. LeccePrima.it
  5. LeccePrima.it

Gli appuntamenti

In città e dintorni

SCOPRI TUTTI GLI EVENTI

Neviano

FARMACIE DI TURNO

    Nel frattempo, in altre città d'Italia...